Senza categoria

Alcuni dati sull’immigrazione

Secondo i dati resi pubblici dalla Guardia Costiera, principale titolare delle operazioni di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale, Sos Mediterranée, Proactiva Open Arms, Medici Senza Frontiere, MOAS, Sea Watch e altre hanno salvato più di 46mila migranti.
Di fatto, queste ONG insieme alla Guardia Costiera e alla Marina italiana hanno colmato un vuoto in cui decine di migliaia di persone rischiano la vita.
Al contrario, Confindustria, in uno studio pubblicato nel 2016 sottolinea che l’immigrazione, per l’Italia, rappresenta un’opportunità dal punto di vista economico.
In particolare, l’agricoltura beneficia in maniera sostanziale dell’immissione di forza lavoro dall’estero che, molto spesso, è impiegata in ambiti e attività che gli italiani rifiutano.
Inoltre, il beneficio derivante dalla presenza di lavoratori immigrati coinvolge anche il fisco: ogni anno, infatti, gli immigrati versano 8 miliardi di euro di contributi sociali, ricevendone 3 in termini di pensioni e altre prestazioni sociali. Di fatto, l’INPS calcola che i migranti hanno regalato all’Italia circa un punto di PIL.